ATTRAVERSAMI L'ANIMA

Fogli dispersi

Archive for the ‘EROS’ Category

Un filo sottilissimo

Posted by Rasi su 8 aprile 2021

Parlerò d’amore e quasi tutte le parole resteranno chiuse in gola
e scuoterò la testa invocando l’unica
che potrebbe dare loro la libertà di volare chiare nel cielo.
E’ solo una questione di fede, come sempre: una scelta d’abbandono predestinato
e fuor di logica.
Dovrei credere che il filo sottilissimo possa ricomporsi.
Che la frattura guarisca, senza segni, senza enfasi alcuna.
Carezzo il velluto della poltrona con una lentezza golosa: ti rivedo al pianoforte
e ti risento,
suoni per me come allora
ma dovrei credere che il filo sottilissimo si sia ricomposto.
Carezzo il dorso dello schienale e in questa stanza non c’è nessun altro
al di fuori di me e del mio ricordo vivo.

 

Posted in Assoluti relativi, ENZO DOVE VAI, EROS | Leave a Comment »

Niente

Posted by Rasi su 9 marzo 2021

Non aver più nulla da fare,
questa è la sensazione che da qualche giorno mi trascino dietro:
guardo queste pagine e non ci scrivo sopra.
Guardo anche l’umanità che mi scorre accanto e non le dico niente.
Stamattina pensavo di essere niente.
Anche ieri sera mentre facevo l’amore con la ragazza del bar pensavo
la stessa cosa.

Posted in EROS, STRETTAMENTE PERSONALE | Leave a Comment »

Non tornerai

Posted by Rasi su 27 febbraio 2021

Potrebbe sembrare un ritorno, ma non tornerai.
So che non sarà così.
Siamo altrove, qui solo le orme fuggevoli di un pensiero,
di un’idea.
Non tornerai ma sarebbe stato bello il contrario,
distruttivo forse
ma luminosamente bello.

Posted in EROS, PER GIULIA CHE NON C'E' PIU' | Leave a Comment »

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: